Badtraveller

Viaggi accessibili: Barcellona

Il racconto dell'esperienza di viaggio accessibile a Barcellona di Hayrat dal 04 al 07 settembre 2021.

Recensione dell'accessibilità dell'hotel IIunion Almirante

Abbiamo soggiornato all'Ilunion Almirante di Via Laietana 42. Si trova in un'ottima posizione, perché è al centro ed è facile raggiungere tutte le attrazioni, a piedi, in taxi o in bus. È un albergo totalmente accessibile. La nostra stanza era molto grande e si trovava vicino all'ascensore. Il bagno è molto confortevole e con tutti gli ausili necessari. C'è anche la possibilità di spostare il seggiolino della doccia in base alle esigenze. Nella sala ristorante (dove abbiamo solo consumato la prima colazione) c'è un tavolo riservato alle persone con disabilità che risulta molto comodo per via dell'altezza.

Sagrada Familia in sedia a rotelle

L'abbiamo raggiunta in taxi, perché eravamo in ritardo per la visita guidata. Esistono dei taxi adattati che possono caricare anche le carrozzine elettroniche. La Sagrada Familia è totalmente accessibile ed il personale è molto disponibile. Se, come me, siete portatori di una pompa al Baclofen e non potete passare nei metal detector, comunícatelo all'entrata e l'apparecchio verrà spento. Ci sono alcuni tratti che risultano faticosi perché in salita, ma con un po' di olio di gomito, si fanno. Ingresso gratuito. hayratsagrada.jpg

Barcellona, domenica 05 settembre

Park Guell e la sua accessibilità

Abbiamo raggiunto il parco in bus la domenica del 05 settembre. Alcune zone del parco non sono accessibili per via delle sue caratteristiche architettoniche, tuttavia, ci sono dei percorsi "a mobilità ridotta". Dato che risulta molto faticoso visitare il parco perché prevalentemente in salita, ho scritto al comune di Barcellona e all'amministrazione del parco per chiedere se sia possibile mettere a disposizione delle persone un servizio di trasporto all'interno del parco. Non avevo con me il mio ruotino, dunque sono stata spinta e mi sono spinta per tutta la permanenza nel parco. I bagni all'interno del parco sono curati ed accessibili. Ingresso ridotto, ma a pagamento. Museo della musica (si trova all'interno dell'Auditori, da non confondere con il Palau de la Música). Totalmente accessibile e facilmente visitabile. Ingresso gratuito.

Museo della musica.

si trova all'interno dell'Auditori, da non confondere con il Palau de la Música. Sotalmente accessibile e facilmente visitabile. Ingresso gratuito.

Barcellona, lunedi' 06 settembre

Cattedrale di Barcellona e accessibilità.

Il nostro terzo giorno è iniziato con la visita della Cattedrale. Per le persone con disabilità c'è un accesso secondario. L'ingresso è gratuito. All'interno è accessibile, per accedere alla terrazza da cui si ha una bella vista su Barcellona c'è un ascensore. Per accedere ai bagni è necessario avere con sé una moneta da un euro. Se vi recate a Barcellona dopo giorni di pioggia, rivolgetevi ai dipendenti all'entrata, perché i bagni potrebbero essere allagati e/o non funzionare.

Mercato de la Boqueria

Accessibile ma ovviamente molto affollato.

Front_of_Mercat_de_Boqueria Di Thingstodoinbarcelona - Opera propria, CC BY-SA 4.0, https://commons.wikimedia.org/w/index.php?curid=74862474

Spiaggia di Barceloneta in carrozzina.

A pochi metri da la Barceloneta c'è un servizio per le persone con disabilità che offre assistenza nell'accesso in acqua. Inoltre, vi è una passerella in cemento che arriva fino al punto di accesso in acqua. Il servizio in questione è gratuito (è sufficiente lasciare i propri dati anagrafici e il numero della carta d'identità) e mette a disposizione delle apposite carrozzine per l'accesso in acqua.

Barcellona, martedi' 07 settembre

Museo di arte contemporanea di Barcellona.

È un museo che condivide il proprio spazio con il Museu Picasso. Museo interamente accessibile. Per accedere agli spazi è necessario essere accompagnati dagli addetti, perché per evitare quei due o tre scalini, ci sono degli appositi ascensori. Bagni molto curati ed accessibili. Ingresso gratuito.

Museu Picasso

Nonostante sia una struttura molto vecchia è totalmente accessibile. È un museo su più piani. Per accedere al secondo e terzo piano è necessario accedere ad una palazzina secondaria, anch'essa totalmente accessibile. Ingresso gratuito.

Trasporti accessibili.

Un'ultimo appunto in merito ai trasporti, per spostarci abbiamo utilizzato prevalentemente il bus. Tutti i bus sono provvisti di rampa e per richiederla è sufficiente premere sull'icona con l'apposito simbolo. Le riduzioni sono previste soltanto per i residenti, pertanto vi consiglio di acquistare la card trasporti in base ai giorni di permanenza. Una corsa costa 2,20€.

Se volete condividere le vostre esperienze di viaggio, fate come Hayrat, inviatele su info@badtraveller.com o sulla nostra pagina Facebook Badtraveller e Instagram @badtraveller_ , saranno pubblicate sul nostro blog e saranno di aiuto per molti altri Badtravellers!